Atletico Ribera fermo al palo, seconda sconfitta consecutiva

Atletico Ribera fermo al palo, risucchiato a cinque punti nella parti basse della classifica del girone A di Promozione, a seguito della seconda sconfitta casalinga maturata domenica scorsa contro il Vallelunga.

La domenica mangiamo fuori” è la scritta sul muro di cinta dello stadio Nino Novara, che simboleggia l’imbarazzo del deludente ruolino di marcia dei riberesi allenati da Vincenzo Montalbano, antica gloria del calcio giocato.

Fuori da Ribera, i suoi ragazzi hanno ottenuto, fatalità d’inizio campionato, l’unica vittoria, appunto in trasferta: 4 punti fuori dalle mura di casa con una vittoria e un pareggio, un solo punticino in casa… troppo poco.
Imbarazzante il gioco espresso dai crispini, lanci lunghi e pedalare, 4-2-3-1 lo schema di gioco offensivo, che sì punge nei minuti iniziali della gara, più tonico il Ribera, con Santangelo al 1′ minuto che manca aggancio in corsa, in piena area piccola, su invito di Zinna.
Il Vallelunga, causa gli indisponibili Vilardo a centrocampo, Spoto in attacco e il portiere Zabbia infortunato, fa di necessità virtù, imbottendo il centrocampo con un più accorto 3-5-2.
Le due squadre sembrano studiarsi nella prima metà di gara, poche le trame sulla linea mediana del campo, mentre le migliori azioni si sviluppano sui corridoi laterali: Ferrante al 3′ serve Morosanu che arriva al primo tiro per gli ospiti, ma è soprattutto l’ala Panepinto l’autentica spina nel fianco nella difesa crispina. Dai suoi piedi nascono le migliori azioni del Vallelunga in contropiede, complice Li Greci un po’ imbronciato sulla linea laterale di difesa.
Al 12′ si salva il Ribera, botta da fuori di Maglio che il portiere Allegro addomestica aiutandosi con gli arti. Da un fuorigioco segnalato dal guardalinee al 16′, con Morosanu lanciato a rete, nasce l’espulsione del direttore sportivo del Vallelunga, per proteste. Al 20′ ci prova con un tiro da fuori Panepinto, dopo appena un minuto, Alio e Panepinto servono Morosanu che tira senza fortuna.
La partita si infiamma, Ceroni, il più mascolino dei biancazzurri, tiene testa agli avversari sulla linea difensiva e rilancia l’azione del Ribera che si fa più arrembante con veloci fraseggi Tramuta, Li Greci, Zinna. Al 25′ la punizione dal limite di Ceroni si infrange sulla barriera, la palla carambola sui piedi di Zinna che ci prova da fuori; il buon Sanfratello respinge il tiro e sulla sua ribattuta, Maurello, da poco entrato, manca il gol del vantaggio, sparando in tribuna. E’ il preludio del gol del Ribera che arriva al 28′ con Santangelo che dribbla la difesa e insacca la porta sguarnita, complice un’uscita insicura coi piedi di Sanfratello. Geraci al 39′ manca di poco il raddoppio.
Il ritorno dagli spogliatoi arride agli ospiti che si fanno più intraprendenti: al 3′ Li Greci chiude bene azione offensiva, dagli sviluppi di un corner si materializza il tiro in porta di Musarra, salva il vantaggio Allegro. Al 7′ ammonito Santangelo per trattenuta su Ferrante. Qualcosa scricchiola nel dispendioso schema tattico di Montalbano, tant’è che all’ottavo della ripresa Panepinto, il migliore dei suoi, rimette il match in parità con un tiro da fuori non pretenzioso, ipnotizzato però Allegro dal rimbalzo insidioso appena davanti la sua porta.
11′ ST, annullato gol di Geraci per fuorigioco. La partita si innervosisce, toccato duro Santangelo. L’allenatore del Vallelunga gioca bene le sue carte con certosine sostituzioni, la sua squadra può osare mentre il Ribera arretra con un certo affanno. E capitola di lì a poco, al 16′ l’arbitro fischia un rigore generoso in favore degli ospiti per una cintura di Tramuta sul rumeno Morosanu, pronto sullo slancio a raccogliere lo spiovente da punizione. Incaricato della battuta, il numero dieci Firingeli che spiazza Allegro per il gol del vantaggio. Al 26′ anche Geraci reclama il penalty che il direttore di gara non concede. Ci prova da fuori, al 30′, Li Greci ma senza precisione.
Finale di gara affrontato con molto cuore dai giocatori riberesi ma senza la necessaria lucidità , al 40′ Santangelo prova la botta da fuori ma la palla carambola sul fondo. Il Vallelunga resiste all’arrembaggio finale e riparte profittando delle praterie lasciate aperte dalla squadra crispina, che già al 46′ rischia di subire il pesante passivo con un’occasione ghiotta sui piedi del nuovo entrato Cusumano. Terzo minuto di recupero, entrata dura di Geraci in area e secondo penalty, fischiato da Melodia per gli ospiti. Firingeli spiazza Allegro e sigla la rete del tre a uno finale.
Espulso a fine gara Campanella dalla panchina per proteste.

Atletico Ribera 1
Vallelunga 3
MARCATORI: PT 28′ Santangelo , ST 8′ Panepinto, 17′ e 48′ Firingeli entrambi su rigore.
Atletico RIBERA (4-2-3-1): Allegro, Di Giorgi, Ceroni, Scoma, Li Greci, Li Bassi, Grimaldi (20’ PT Maurello; 30 ST Macaluso), Tramuta, Santangelo, Zinna, Geraci. A disp. Salzano, Campanella, Calma, Macaluso, Catalanotto, Maurello, Lombardo. All. Montalbano.
VALLELUNGA (3-5-2): Sanfratello, Messina (30′ ST Nigrelli), Ferrante (13′ ST Palumbo), Grasso, Maglio, Argento, Panepinto, Alio (28 ST Cusumano), Morosano Bogdan (37′ ST Grasso), Firingeli, Musarra (44′ ST Cammarata). A disp. Nigrelli, Grasso, Palumbo, Cusumano, Comis, Cammarata, La paglia. All. Fama.
Ammoniti per il Ribera Allegro, Scoma, Santangelo, Geraci; per il Vallelunga Firingeli, Argento, Messina. Espulsi dalla panchina Privitera per il Vallelunga, Campanella per il Ribera.
Recupero: 3′ PT, 5′ ST
ARBITRO: MELODIA diTRAPANI

Davide Cufalo

Davide Cufalo

Direttore responsabile di SicaniaNews, ha collaborato con diverse testate giornalistiche: Momenti di vita locale, Novantadue016, AgrigentoNotizie, Agrigentoweb e Palermo24h. Leggi i "pezzi" sul suo Blog personale.

Lascia un commento