Bianca Atzei incanta con la sua voce ma parla troppo, a giudizio di Pace

Ha incantato con la sua voce graffiante, ma ha anche detto qualche parola di troppo Bianca, al secolo Veronica Atzei, dal palco del Pizza Fest 2018.

La cantante infatti, rivolgendosi al pubblico di Seccagrande, ha lanciato la proposta di consentire l’ingresso dentro l’area spettacoli al pubblico che sostava oltre le transenne. Tanto è bastato a innescare una certa baraonda coinvolgendo pubblico pagante e non, organizzatori, forze dell’ordine e amministratori presenti.

La cantante ha ammesso di avere sollecitato, seppure ingenuamente, l’apertura delle transenne che delimitano l’area spettacoli rispetto all’area esterna, dove molte persone sostano in piedi assistendo agli spettacoli gratuitamente. Bianca per la verità se n’è scusata, dopo essersi resa conto del disordine innescato dall’ingresso di una moltitudine di persone, la qual cosa ha richiesto peraltro l’intervento delle forze dell’ordine per controllare la situazione e sedare gli animi. Chi ha pagato il contributo sedia infatti si è sentito preso in giro oltre che disturbato dagli astanti in piedi, mentre alcuni si sono alzati e hanno abbandonato lo spettacolo.

Si potrebbe glissare sull’accaduto se non fosse che lo stesso Sindaco Carmelo Pace è voluto intervenire dal palco, sul finire dello spettacolo, rilevando sì una certa leggerezza dell’ospite cantante, ma andando oltre i limiti di necessaria cortesia. Infatti qualcuno ha commentato sui social, scrivendo di caduta di stile da parte del sindaco, cui però la signora Bianca non ha voluto replicare. Cosa ha detto il Sindaco?

Gentile signora prima di stasera non la conoscevo, ho apprezzato le sue doti vocali, ma vorrei darle un consiglio per il futuro: “La prossima volta si limiti a cantare”. Questo il senso delle affermazioni del Sindaco, motivate certamente dagli attimi di baraonda provocati dalla cantante a inizio concerto.

La formula del Pizza Fest funziona così: il pubblico finanzia gli spettacoli cui assiste – ha spiegato il Sindaco Pace alla discola ospite che avrebbe messo a rischio con le sue parole il piano di sicurezza (Safety and Security). Volendo spezzare una lancia a favore di Bianca: è vero che lei ha sollecitato a voce l’ingresso di altre persone che sostavano oltre le transenne, ma perché non le è stato spiegato subito e garbatamente che ciò non sarebbe stato possibile per problemi di sicurezza? Certamente un momento di sorpresa da parte dei presenti c’è stato rispetto a quella insolita proposta. Quindi, sono stati un po’ tutti colti alla sprovvista, non facendo in tempo a intervenire.

Fermo restando che qualcuno in concreto ha alzato le barriere divisorie e le responsabilità andrebbero ripartite, perché è facile scaricare la colpa sull’ultima arrivata, come è sembrato dal tenore delle dichiarazioni del primo cittadino. Ingenua certamente lo è stata Veronica, come lei stessa ha ammesso. E mentre succedeva tanto, si è sentito forte e distinto l’incitamento e appello di uno del pubblico: “Canta, fatela cantare!

Ci rendiamo conto che quando si organizzano le cose qualcosa può andare storto e, nonostante tutto, sono apprezzabili la determinazione e il coraggio degli organizzatori di portare avanti le iniziative.
Prendersela con una sola persona, ospite e donna, è forse ingiusto, anche se motivato. Una spiegazione dovuta ai presenti l’intervento dal palco del Sindaco? Il primo cittadino firma di proprio pugno diversi atti assumendosene la responsabilità, ma forse non si è reso conto che, con le sue dichiarazioni, ha inevitabilmente sollevato il vaso di Pandora delle polemiche che ne seguiranno.

Da lodare il dispendio di risorse umane impiegate per garantire al meglio la sicurezza e i flussi guidati all’interno dell’area adibita agli spettacoli; l’amministrazione ha dato il suo contributo rendendo disponibile un ampio parcheggio in alto alla borgata di Seccagrande e diversi operatori, insieme al corpo di polizia municipale, sono stati impegnati, sin dal tardo pomeriggio, nella certosina limitazione degli accessi alle aree limitrofe al lungomare.

Davide Cufalo

Davide Cufalo

Direttore responsabile di SicaniaNews, scrive anche per il Giornale di Sicilia. Ha collaborato in passato con Momenti, Novantadue016, AgrigentoNotizie, Agrigentoweb e Palermo24h. Visita il suo Blog.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.