Il Ribera ’54 ad alta quota pur con qualche mal di pancia: batte il Santa Croce 2-1 e conquista il primato solitario

Domenica al Nino Novara l’Asd Fc Ribera ’54 ha battuto il Jobbing Santa Croce 2 a 1, al termine di una partita sofferta ma meritata.

ribera4Prima della partita si è rispettato un minuto di silenzio in onore di Doriano Romboni, protagonista del campionato di Motomondiale, deceduto venerdì a causa di un incidente avvenuto sul circuito “Sagittario” di Latina, dove si stavano svolgendo le prove del “Sic Supermoto Day”.

Già al 3’ minuto il Ribera passa in vantaggio con Martorana, ma il gol viene annullato dall’arbitro su segnalazione del guardalinee. La squadra ospite risponde bene agli attacchi dei padroni di casa, nonostante abbia in campo 7 juniores: ci prova al 18′ uno di questi, Quintana, che su una punizione centra però in pieno la barriera.
6 minuti dopo il Ribera passa in vantaggio, su azione di Martorana che dalla fascia sinistra serve in profondità Calvaruso. Quest’ultimo col mancino prova a metterla in mezzo, ma sulla traiettoria si inserisce il difensore avversario Bernardo che beffa il proprio portiere.
Al 36’ il Ribera raddoppia con uno strepitoso gol di Campisi che con un gran tiro da centrocampo piazza il pallone su set, spiazzando il portiere della squadra ospite, in casacca bianco-nera.
Al 41’ nelle file del Ribera esce Giaretti per infortunio, al suo posto di D’Ambra.

ribera1bisNella ripresa la squadra casalinga, con fin troppa baldanza, cerca di amministrare la partita concedendo però spazi agli avversari che non si lasciano sfuggire l’occasione di ridurre lo svantaggio: proprio al 57’ accorciano le distanze, su una punizione di 40 metri, con Occhipinti che con un tiro potente e imprevedibile spiazza tutti, anche Talluto, e firma il 2-1.

Il Ribera dopo questa scossa, torna di nuovo ad attaccare come aveva fatto nel primo tempo. Al 61’ Maggio si procura un rigore poi battuto da Mancino, che clamorosamente sbaglia, pronta la parata del portiere ospite Gurrieri.
Negli ultimi minuti il Ribera è costretto a soffrire con la squadra avversaria che a tutti i costi vuole il pareggio che però non trova.
La partita finirà al 94’ con la vittoria del Ribera per 2-1.
Il Jobbing Santa Croce con questa sconfitta resta a 9 punti, mentre il Ribera raggiunge il primato solitario in classifica, anche grazie alla sconfitta del Mussomeli, e da adesso può cominciare a sognare l’eccellenza, risorse economiche permettendo. Infatti, in casa Ribera pare comincino a manifestarsi i primi malesseri di tipo economico, con richieste di aiuto all’amministrazione.

RIBERA: Talluto, Biondo (66’ D’Azzi), Maggio, Mancino, Campanella, Falzone, Calvaruso, Tummiolo, Giaretti (42’ D’Ambra), Martorana (75’ Ferrara), Campisi. All. Talluto
A DISP: Sciara, Impiccichè, D’azzi, Turano, Indelicato, Ferrara, D’Ambra.

J. S. CROCE: Gurrieri, Giarratana, Basile, Amenta, Ragusa, Bernardo, Scheu, Sammito (69’ Iacono), Occhipinti, Quintana, Baeli (54’ Lentini). All. La Vaccara.
A DISP: Scirè, Iurato, Iacono, Garofalo, La Vaccara, Lentini.

Daniele Triolo

CAMPIONATO PROMOZIONE – GIRONE “D”

Risultati della 13° giornata
ASD AQUILA SAMMICHELESE ASD REAL BISCARI 2 1
USD ATLETICO GELA ASD ACCAD. EMPEDOCLINA 2 2
ASD CALCIO CANICATTI´ USD ARAGONA 3 1
ASD COMISO FCD U.S.A. SPORT 2 2
ASD FC RIBERA ´54 UPD JOBBING SANTA CROCE 2 1
ASD MUSSOMELI SCD S.C. RACALMUTO 1 3
UPD SCICLI (ESCLUSA) ASD SCIACCA
ACD LIBERTAS 2010 RIPOSA
Classifica alla 13° giornata
SQUADRA PT G V N P GF GS DR
ASD FC RIBERA ´54 29 11 9 2 0 23 8 15
ASD MUSSOMELI 27 12 9 0 3 22 12 10
ACD LIBERTAS 2010 20 11 5 5 1 15 7 8
SCD S.C. RACALMUTO 19 11 5 4 2 16 9 7
ASD CALCIO CANICATTI´ 18 10 5 3 2 16 14 2
ASD COMISO 18 11 5 3 3 15 15 0
ASD ACCAD. EMPEDOCLINA 13 11 3 4 4 16 18 -2
USD ARAGONA 12 11 3 3 5 15 16 -1
ASD SCIACCA 12 11 3 5 3 8 9 -1
FCD U.S.A. SPORT 11 11 2 5 4 15 15 0
UPD JOBBING SANTA CROCE 9 11 2 3 6 11 15 -4
USD ATLETICO GELA 8 11 1 5 5 12 19 -7
ASD AQUILA SAMMICHELESE 5 10 1 2 7 5 18 -13
ASD REAL BISCARI 5 12 1 2 9 6 20 -14
UPD SCICLI (ESCLUSA) 0 0 0 0 0 0 0 0

Lascia un commento