Mafia, “Operazione Montagna” nell’agrigentino. In manette il Sindaco di San Biagio Platani

Imponente blitz nell’agrigentino denominato “Operazione Montagna” con oltre 400 carabinieri impegnati: si tratta dell’operazione più imponente mai messa a segno in provincia, partita a seguito di un’inchiesta che ha svelato legami tra le cosche locali e la mafia di tutte le province della Sicilia e le ‘ndrine calabresi.

I militati sono stati supportati da un elicottero, dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Sicilia e da unità cinofile. Eseguite dai carabinieri  del Comando Provinciale di Agrigento cinquantasei ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle famiglie mafiose di “Cosa Nostra” agrigentina.

L’operazione ha di fatto disarticolato i mandamenti di Santa Elisabetta (Ag) e Sciacca (Ag) e sedici famiglie mafiose della provincia. Arrestato per l’ipotesi di concorso esterno in associazione mafiosa anche il Sindaco di San Biagio Platani (AG), Santino Sabella.

Sarebbero documentati dagli inquirenti stretti collegamenti con i vertici delle cosche di quasi tutta la Sicilia e con le ‘ndrine calabresi. Accertate anche estorsioni ai danni di 27 aziende ed un fiorente traffico di droga. Il pizzo veniva preteso anche dalle cooperative per la gestione degli immigrati richiedenti asilo. Sequestrate sette società. Decine di perquisizioni sono ancora in corso.

Questo l’elenco delle persone coinvolte nell’“Operazione Montagna”.
In carcere sono finiti: Battaglia Carmelo, Blando Giuseppe; Cavallaro Giorgio, Cipolla Vincenzo, D’ugo Franco; Di Dio Giacomo; Di Dio Santo, Di Giovanni Angelo, Dolce Vincenzo, Drago Francesco Maria Antonio, Errigo Concetto, Fanara Pasquale, Fragapane Daniele, Fragapane Francesco, Fragapane Raffaele Salvatore; Gattuso Giovanni, Geraci Alessandro, Giambrone Angelo, Giambrone Calogerino, La Rosa Raffaele, Lampasona Roberto; Limblici Calogero; Maglio Calogero, Mangiapane Vincenzo Cl.1954, Mangiapane Vincenzo Cl.1955, Mangiapane Vincenzo Cl.1971, Maniscalco Domenico, Maranto Antonio Giovanni; Masaracchia Pietro Paolo, Nugara Giuseppe, Pellitteri Salvatore Cl.1992, Pellitteri Vincenzo, Pullara Luigi, Puma Salvatore; Quaranta Giuseppe, Reina Pietro Stefano, Sabella Santo, Scavetto Giuseppe; Sedita Calogero, Spoto Giuseppe Luciano, Spoto Massimo, Spoto Vincenzo; Valenti Gerlando, Valenti Stefano, Vella Giuseppe, Vitello Salvatore; Vizzì Antonino.

Invece, agli arresti domiciliari: Albanese Adolfo, La Greca Salvatore, Licata Antonio (Detto Sandro); Quaranta Calogero, Di Maria Stefano, Montalbano Salvatore , Principato Calogero, Veldhuis Marco, Cordaro Antonio Domenico, Giordano Francesco, Lombardo Domenico. Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per: Valenti Vincenzo, Traina Nazarena, La Mendola Viviana, Scorsone Antonio.

I particolari dell’operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà in mattinata presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, alla presenza del Procuratore della Repubblica, Dr. Francesco LO VOI e del Procuratore Aggiunto, Dr. Paolo GUIDO.

Lascia un commento