Modena, inaugurato il Museo Casa Enzo Ferrari.

E’ stato inaugurato a Modena il “Museo Casa Enzo Ferrari”. All’evento hanno preso parte il presidente del Museo, Mauro Tedeschini, il sindaco della città Giorgio Pighi e Piero Gnudi, ministro del Turismo. All’ inaugurazione hanno fatto da corollario una serie di manifestazioni dedicate al Drake, e tra queste “ La Notte dei Motori” che ha visto insieme gli appassionati del settore, tutti i possessori di una Ferrari, Ducati, Lancia, Alfa Romeo o Maserati.
Il progetto architettonico dello studio “ Future Systems” di Londra rappresenta una galleria espositiva di un’estensione di 5000 metri quadrati dal costo complessivo dei lavori di un totale di 14,2 milioni di euro, investimento della Fondazione Casa di Risparmio di Modena. Costruita nello spazio anteriore della casa nativa di Enzo Ferrari, completamente restaurata, la mostra che si distinguerà tra l’altro anche per la sostenibilità ambientale dovuta a un’eccellente tecnica degli impianti biochimica, sarà composta da: autovetture esposte sovra elevate dal valore totale di 40 milioni di euro, risalenti ai primi decenni del novecento e non solo, uno spazio caffetteria, bookshop, centro studio con archivio e biblioteca, sala proiezioni cinematografiche ed uno spazio sottostante alle conferenze.
L’intento è di ricostruire rigorosamente l’ambiente originale del “Drake”, nato a Modena nel lontano 18 febbraio 1898, fondatore della Scuderia Ferrari e dell’industria automobilistica Ferrari S.p.A., con l’ausilio degli arredi appartenenti a Enzo, come il tavolo riunioni (“ il tavolo dell’orrore” ), la scrivania, duemila documenti ufficiali, numerose raccolte audio e video, la collezione Jacques Swaters, la più grande al mondo sulla sua vita, l’officina di lavorazioni meccaniche originale, nonché fotografie e manifesti.
La storia di un mito, rappresentata sotto il grande tetto “ cofano motore” di alluminio color “ giallo Modena”, inspirato al logo del Cavallino Rampante, definito dal figlio Piero Ferrari :< Un bel ricordo del passato, delle origini di mio padre e della sua carriera>. Erano presenti all’evento anche Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari, Lapo Elkan, Piero Fassino sindaco di Torino e Arturo Merzario, pilota del cavallino rampante negli anni ’70.

Mihaela Angelica Roznovat

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.