Scuola Crispi flagellata dai ladri: prima dalla finestra, adesso dal portone principale!

Ennesimo furto alla Scuola Crispi di Ribera: sono stati trafugati dai ladri sei notebook custoditi negli armadietti del primo piano del plesso centrale di piazza Giulio Cesare.

Quantificato in circa quattro mila euro il danno subìto dall’istituzione scolastica, che ha denunciato il furto ai carabinieri martedì scorso. I computer erano

Il portone della scuola Crispi

stati acquistati grazie a un finanziamento europeo.

Lunedì mattina, a scoprire il fattaccio, sono stati i bidelli non appena hanno messo piede nell’edificio. Sconvolta per l’accaduto la dirigente scolastica Mariangela Croce, attualmente in ferie ma sempre attenta alle problematiche della scuola di cui è reggente fino al 31 di agosto.

Non è la prima volta che l’istituto comprensivo “Crispi” finisce nel mirino dei ladri, che questa volta hanno fatto irruzione nell’edificio direttamente dal portone d’ingresso principale, dirigendosi “a colpo sicuro” al primo piano della scuola, dove sono ubicate le aule degli studenti della scuola primaria.

La scuola già nel dicembre del 2016 aveva subito un danno ancora più consistente, circa 20 mila euro di materiale didattico, quella volta, però, i malviventi fecero irruzione dalla finestra all’interno della sala informatica del plesso di corso Umberto I, dove rubarono i 19 computer presenti, insieme a monitor, tastiere e stampanti, gruppi di continuità, modem, casse delle lavagne, Lim e persino mouse. In quel caso nessun sistema di videosorveglianza comunale era attivo in prossimità del plesso di corso Umberto, a differenza di quello in piazza Giulio Cesare dove è presente una telecamera comunale di videosorveglianza, collocata proprio sopra l’ingresso principale della scuola Crispi.

Il vice sindaco Nicola Inglese rassicura circa la massima disponibilità del servizio informatico comunale per fornire utili indizi agli inquirenti, al fine di individuare ed assicurare alla giustizia i malfattori.

«Chiederemo – ha detto Inglese – una maggiore attenzione rivolta alle aree del centro abitato di Ribera che d’estate, come è noto,

si svuota dei suoi abitanti, anche in considerazione dei recenti furti ai danni di due scuole.
Non sono passati che pochi giorni – ha precisato – dall’ultimo furto subito dall’istituto comprensivo Navarro, di cui sono venuto a conoscenza appena venerdì scorso».

 

Davide Cufalo

Davide Cufalo

Direttore responsabile di SicaniaNews, ha collaborato con diverse testate giornalistiche: Momenti di vita locale, Novantadue016, AgrigentoNotizie, Agrigentoweb e Palermo24h. Leggi i "pezzi" sul suo Blog personale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.