Project financing su Spataro e convenzione con la FIDAL. L’iter della conferenza di servizi del 21 giugno 2013

Alla conferenza di servizi del 21 giugno scorso, relativa alla proposta di project financing presentata dalla Cogesi s.r.l. per i lavori di riqualificazione del centro sportivo polivalente di c/da Spataro, erano presenti in seconda convocazione, tra i soggetti invitati a partecipare dal Responsabile Unico del Procedimento ing. Salvatore Ganduscio, i seguenti enti: l’Asp di Agrigento, il servizio Urbanistica e quello edilizia (ecologia) del Comune di Ribera, i progettisti e la ditta Cogesi, il responsabile del servizio Lavori pubblici del Comune di Ribera.  Hanno infatti partecipato, in rappresentanza dei rispettivi enti, oltre all’ing. Ganduscio, il dott. Franco Marrone (per l’Asp di Agrigento), l’ing. Giovanni Colletti (servizio Urbanistica del Comune di Ribera), il geom. Antonina Parlapiano (servizio Edilizia del Comune di Ribera), l’ing. Gaspare Tortorici (responsabile del servizio Lavori pubblici del Comune di Ribera), Giuseppe Firetto (ditta Cogesi) e i progettisti ingegneri Annalisa Piazza e Angelo Di Stefano.

I due responsabili dei servizi urbanistica ed edilizia (ecologia) del Comune di Ribera hanno espresso parere favorevole, per quanto di loro competenza, alla proposta di project financing. Anche il responsabile dell’Asp di Ribera, dott. Franco Marrone, ha rilasciato parere favorevole. L’ufficio del Genio Civile di Agrigento ha fatto pervenire lo stesso giorno, tramite nota n. 217366, un documento in cui “esprime parere favorevole di massima sulla fattibilità delle opere in progetto, rimandando alle successive fasi progettuali” e con alcune prescrizioni tecniche. Erano invece assenti il comando provinciale dei vigili del fuoco di Agrigento ed il C.O.N.I. Comitato regionale Sicilia.

Non convocato, in sede di conferenza di servizi, il Comitato provinciale della F.I.D.A.L. (Federazione Italiana di Atletica Leggera, affiliata al C.O.N.I.) che, nel 2011, ha stipulato una convenzione con il Comune di Ribera per l’affidamento in uso dell’impianto sportivo di Spataro (convenzione poi approvata dal Consiglio comunale con deliberazione n. 54 del 27/09/2011).
La F.I.D.A.L. è un soggetto potenzialmente interessato all’affidamento della struttura sportiva di Spataro e titolato all’eventuale omologazione, oltre che della pista di atletica leggera, anche del campo sportivo su cui praticare le altre discipline. È del tutto evidente come su di un eventuale campo di calcio in erba sintetica non potrebbe essere praticata nessuna disciplina dell’atletica, quali, ad esempio, il lancio del peso, del giavellotto, del disco o del martello.

Ricordiamo che ancora vige, e non è stata rescissa, la convenzione stipulata tra il Comune di Ribera e la F.I.D.A.L (per l’affidamento in uso dell’impianto sportivo “Spataro”) che ha consentito al Comune di partecipare, con maggiori probabilità di successo, al bando regionale* (del 06/05/2011) volto ad ottenere un finanziamento pubblico di 1 milione 300 mila euro per i lavori di ristrutturazione dell’impianto sportivo polivalente di Spataro. Il relativo progetto, presentato dal Comune di Ribera, è stato però inserito a maggio di quest’anno tra gli esclusi nella graduatoria provvisoria (D.D.G. n° 740/S8 del 28 maggio 2013) per “contro deduzioni non accolte (art. 8, comma 4 del bando)”.
Contro l’esclusione il Comune di Ribera (con delibera di giunta n. 262 del 12/08/2013) ha affidato l’incarico, a titolo oneroso (6795 euro), al legale Girolamo Rubino per presentare il ricorso, del quale ancora si attende l’esito finale. Non è quindi ancora detta l’ultima parola sul progetto presentato dal Comune di concerto con la F.I.D.A.L, che, nel caso in cui venisse accolto il ricorso, verrebbe approvato in via definitiva e finanziato con capitali pubblici.

*Nota: “Bando pubblico relativo ad azioni per l’attivazione, la riqualificazione e l’ampliamento di iniziative sostenibili, volte specificatamente alla diversificazione e destagionalizzazione dell’offerta turistica regionale, inerenti in particolare allo sviluppo delle filiere dell’offerta sportiva, anche in aree interne di pregio ambientale, attraverso le procedure di finanziamento delle opere pubbliche” per l’attivazione della Linea di intervento 3.3.2.1 del P.O. F.E.S.R2007-2013, approvato con D.D.G. n° 582/S8 dell’ 11 Aprile 2011, pubblicato sulla GURS n° 20 del 6 maggio 2011, e successivo D.D.G. n°1186/S8 del 25 luglio 2011 di proroga, pubblicato sulla GURS n° 33 del 5 agosto 2011.